logo di stampa italiano
 
Sei in: Altre info » Risorse umane e organizzazione

Risorse umane e organizzazione

La macrostruttura organizzativa

Risorse umane

Al 31 Dicembre 2010 i dipendenti del Gruppo Hera sono 6.491 (aziende consolidate), con la seguente ripartizione per qualifica: dirigenti (125), quadri (342), impiegati (3.297), operai (2.727). Tale assetto è stato determinato dai seguenti movimenti: entrate (+176), uscite   (-187), variazione di perimetro Naturambiente (+21). Si evidenzia inoltre che le assunzioni sono state determinate essenzialmente dal cambio mix con inserimento di personale qualificato; si registra infine un incremento complessivo nel numero di laureati rispetto al 2009: si passa da 947 laureati a tempo indeterminato al 31.12.2009 (pari al 15% sul totale dei dipendenti TI), a 1.033 laureati al 31.12.2010 (pari al 16% sul totale dei dipendenti TI).

Organizzazione

Il modello Hera si distingue nel panorama delle Multi Utility per aver realizzato effettivamente un’integrazione industriale e operativa fondata su una Holding che:

  • attraverso Direzioni Centrali di impostazione, supporto e controllo garantisce una vista integrata di Gruppo e favorisce lo sfruttamento di sinergie;
  • attraverso Direzioni Generali e Settori Centrali fornisce indirizzo e coordinamento nei confronti dei business gestiti.

 

Il modello operativo Hera combina la prospettiva di settore di business con quella di società/unità operativa per consentire:

  • una migliore focalizzazione sugli obiettivi di sviluppo e razionalizzazione;
  • una valorizzazione/concentrazione di asset, competenze e presidi specialistici capaci di assicurare una unitarietà di prospettiva;
  • il conseguimento di un assetto “equilibrato” rispetto ai vincoli normativi su alcune attività (es. unbundling energia);
  • il mantenimento del presidio operativo al territorio di riferimento.

 

Il 2010 ha visto rilevanti cambiamenti dal punto di vista organizzativo che hanno condotto il Gruppo ad evolversi coerentemente al nuovo assetto societario intrapreso nel 2009 e in conformità con il contesto di business di riferimento.

Nei primi mesi dell’anno, infatti, è stato perseguito il consolidamento delle modifiche organizzative relative all’unificazione gestionale delle attività di Amministrazione, QSA e Rapporti con i Media e Comunicazione Locale dalle SOT verso le rispettive Direzioni Centrali di riferimento, in particolare attraverso l’ottimizzazione e la standardizzazione dei processi operativi ed il miglioramento del livello di servizio fornito dalle strutture centrali verso i territori.

Di conseguenza, la Macrostruttura del Gruppo prevede le seguenti caratteristiche:

  • dal Presidente dipendono le Direzioni Centrali Legale e Societario, Servizi e Sistemi Informativi, Relazioni Esterne, la Direzione Investor Relations. Fanno capo inoltre la Direzione Generale Sviluppo e Mercato e Herambiente S.p.A.
  • dall’Amministratore Delegato dipendono le Direzioni Centrali Acquisti e Appalti, Amministrazione, Finanza e Controllo, Personale e Organizzazione, Qualità, Sicurezza e Ambiente e la Direzione Corporate Social Responsibility. Dall’Amministratore Delegato dipende inoltre la Direzione Generale Operations nell’ambito della quale, nel corso del 2010, è stata costituita la Direzione Settori Operativi da cui dipendono i Settori Distribuzione Gas, Distribuzione Energia Elettrica, Servizi Ambientali, Ciclo idrico e Teleriscaldamento In ambito Direzione Generale Operations dipendono inoltre le sette Business Unit Strutture Operative Territoriali e la Direzione Settore Ingegneria Grandi Impianti.
  • al Vice Presidente riporta la Direzione Internal Auditing

 

In ambito Direzione Centrale Servizi e Sistemi Informativi è proseguito il processo di consolidamento dei cambiamenti organizzativi di Famula On-line (con effetti operativi dal 1° gennaio 2010), caratterizzati da una maggiore focalizzazione al cliente interno e dall’uscita delle attività commerciali rivolte al mercato esterno.

Nell’ambito della Direzione Generale Sviluppo e Mercato, in particolare di Hera Comm, nel corso del 2010 sono stati realizzati alcuni cambiamenti organizzativi finalizzati a consolidare il nuovo assetto organizzativo delineato nel corso del 2009: nell’ambito della funzione Mercato Famiglie, infatti, è stata formalizzata la nuova organizzazione che prevede una maggiore focalizzazione degli ambiti di responsabilità delle gestione clienti nei territori di competenza e la costituzione della struttura Back Office Mercato Famiglie, come presidio e coordinamento delle attività dei back office territoriali di Hera Comm.

Con riferimento ad Herambiente S.p.A., nel corso del 2010, sono stati realizzati importanti cambiamenti dal punto di vista organizzativo: è stata costituita la Direzione Servizi Operativi con l’obiettivo di garantire una maggiore focalizzazione sui processi trasversali alle filiere, ottimizzando le interazioni tra le strutture coinvolte; nell’ambito della Direzione Produzione (impianti di trattamento e smaltimento rifiuti) si è proceduto ad una razionalizzazione delle filiere, da cinque a tre, attraverso l’unione delle due filiere Compostaggio e Digestori Anaerobici e la riallocazione delle attività precedentemente allocate nella filiera Recupero Materia / Chimico Fisici in parte all’interno della Direzione Servizi Operativi (Qualità e Mercato Rifiuti Urbani e Materie Biodegradabili) ed in parte all’interno della Direzione Mercato (Chimico Fisici, connessi alla gestione degli impianti rifiuti industriali); è stata infine istituita la struttura Sviluppo, Pianificazione e Controllo con l’obiettivo di garantire una maggiore focalizzazione sulle attività inerenti le iniziative di sviluppo, il pricing e la contabilità industriale. Da un punto di vista commerciale, nell’ambito della Direzione Mercato, viene garantito, anche a livello organizzativo, un presidio dedicato e focalizzato alle attività di libero mercato nella gestione dei rifiuti speciali.

Si segnala, inoltre, la nuova organizzazione della Direzione Centrale Acquisti e Appalti, caratterizzata da una maggiore focalizzazione alle esigenze del cliente interno e da una vista maggiormente integrata dei processi di approvvigionamento, nonché da un ulteriore maggior presidio della normativa di settore, con particolare riferimento alla gestione degli appalti e delle procedure di gara.

In ambito Amministrazione, Finanza e Controllo, si segnala la costituzione della funzione Credit Management, finalizzata a rafforzare il presidio organizzativo di tutte le attività legate alla gestione del credito di Gruppo, sulla scia degli sforzi e dei risultati raggiunti nell’ambito delle attività progettuali precedentemente svolte con riferimento al Capitale Circolante Netto.

È stato, inoltre, definito e formalizzato il nuovo modello di autorizzazione interna alla spesa, finalizzato a recepire tutte le modifiche organizzative degli ultimi mesi e a garantire la massima coerenza organizzativa nella gestione autorizzativa dei processi di acquisto ed approvvigionamento.

In ambito Direzione Generale Operations, nel corso del 2010, è stata costituita la Direzione Settori Operativi al fine di sviluppare ulteriormente le opportunità fornite dall’evoluzione societaria del 2009 garantendo altresì una vista integrata delle attività dei Settori Ciclo Idrico, Distribuzione Gas, Distribuzione Energia Elettrica, Teleriscaldamento e Servizi Ambientali e delle attività di Meter Reading e di Pianificazione, Controllo e Programma degli adempimenti. In ambito Settore Ingegneria Grandi Impianti, il 2010 ha visto una ridefinizione dell’articolazione organizzativa di dettaglio, con impostazione delle responsabilità di Ingegneria in base ad una matrice di competenze specialistiche.

Nell’ambito delle singole Business Unit Strutture Operative Territoriali nel corso del 2010 sono stati consolidati i processi inerenti le attività di back office territoriale, anche a supporto dei Settori nella gestione operativa e specialistica, in coerenza con le linee di indirizzo da questi ultimi definite.

È in fase di chiusura, infine, il percorso di accentramento del telecontrollo fluidi di Forlì.

 
Allegati