logo di stampa italiano
 
Sei in: Altre info » Risorse umane e organizzazione » Relazioni industriali

Relazioni industriali

La sottoscrizione del Contratto Collettivo Integrativo di Gruppo, confronto avviato nel mese di settembre 2009 sulla base di una piattaforma presentata dalle organizzazioni sindacali, è avvenuta il 24 marzo 2010 e ha portato anche alla definizione di un nuovo accordo sul premio di risultato di Gruppo 2010 – 2012.

Il rinnovato Contratto Collettivo Integrativo di Gruppo rivisita le regole comuni di rapporti sindacali istituendo per la prima volta all’interno del rinnovato Protocollo di Relazioni Industriali, un Osservatorio tecnico per l’innovazione organizzativa e la qualità del lavoro, privo di natura negoziale, denominato LaborHERA, composto da esperti di nomina sindacale e da  esperti di nomina aziendale, che avrà il compito di monitorare e/o formulare proposte su materie di particolare importanza come ad esempio di monitorare le iniziative in materia di sicurezza, formazione anche negli appalti e responsabilità sociale d’impresa. Monitorare i programmi di sviluppo e investimento e predisporre ipotesi a sostegno dell’evoluzione dell’organizzazione del lavoro in chiave di sperimentazione ed innovazione. Lo stesso Osservatorio, con le stesse caratteristiche potrà essere attivato anche a livello locale, per lo sviluppo delle stesse materie a livello territoriale. L’obiettivo è stato quello di coinvolgere in termini di maggiore partecipazione le OO.SS su tematiche innovative e maggiormente significative per l’azienda. E ciò al fine di individuare percorsi di coinvolgimento diversi ed aggiuntivi rispetto alle normali procedure negoziali. 

Nel CCI di Gruppo sono stati, inoltre, innovati i capitoli della formazione, della sicurezza, dei contratti di lavoro atipici e a tempo determinato e completamente riscritto il capitolo sul modello di rappresentanza e relazioni in materia di sicurezza sul lavoro nel quale è stato definito che in ogni Società/Unità produttiva del Gruppo, opereranno rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza competenti in relazione ad ogni attività ivi esercitata. Inoltre, sarà individuato un Coordinamento di Gruppo dei RLS coinvolto su tematiche di valenza generale o trasversale.

All’interno del CCI di Gruppo nel capitolo protocollo d’intesa in materia di appalti è’ stato deciso, vista l’evoluzione normativa in materia di gare per l’affidamento dei Servizi Pubblici Locali, di istituire un tavolo tecnico tra OO.SS ed Azienda con il compito di studiare e comprendere gli scenari derivanti dall’attuazione delle modifiche legislative Nazionali e Regionali.

Infine nel capitolo indennità e trattamenti economici normativi è stata istituita una Commissione Tecnica con il compito di definire un sistema di armonizzazione delle indennità e dei trattamenti economici normativi esistenti nel Gruppo HERA anche uniformando progressivamente il trattamento di trasferta e di mensa e di aggiornare i trattamenti di mobilità geografica. Attraverso l’utilizzo di tale strumento, si sono armonizzati i trattamenti riguardanti il conteggio delle ferie, dello straordinario e si è introdotto il sistema unico di gestione dei ritardi e dei permessi per visite mediche.

Le trattative a livello di Gruppo e a livello territoriale con le rappresentanze sindacali terminate nel mese di settembre hanno permesso di raggiungere un’intesa sull’istituzione dei sistemi di “controllo accessi e videosorveglianza” nel Gruppo Hera.

Ad inizio 2011 si è conclusa la trattativa sindacale, proseguita durante l’anno 2010, finalizzata a definire gli orari di lavoro in ambito Herambiente – termovalorizzatori, che sono stati pertanto omogeneizzati. Si è pervenuti peraltro a definire un unico sistema di rotazione del personale nei turni di lavori su tutti gli impianti di termovalorizzazione della società, nonché ad omogeneizzare i trattamenti economici e normativi spettanti al personale coinvolto.

Nel 2010 sono state proclamate 4 iniziative di sciopero. Tre scioperi erano rivolti contro le politiche di governo, e promossi due da CGIL, e uno CUB. L’altra iniziativa di sciopero proclamato dalla sola Filctem CGIL ha riguardato il rinnovo del CCNL GasAcqua.