logo di stampa italiano
 
Sei in: Tariffe » Ricavi regolamentati » Distribuzione Elettrica

Ricavi regolamentati distribuzione energia elettrica

Il 2010 costituisce il terzo anno del terzo periodo di regolazione tariffaria per le attività di trasmissione, distribuzione, misura dell’energia elettrica. Il sistema tariffario si basa sulla definizione di tariffe fissate dall’AEEG su scala nazionale e differenziate per tipologia d’utenza, nonché sulla presenza di opportuni meccanismi di perequazione generale istituiti al fine di correggere il ricavo da fatturazione in funzione della configurazione di costi operativi e di capitale propria di ciascun operatore.

L’ insieme delle disposizioni tariffarie di riferimento risultano individuate dal Testo Integrato delle disposizioni per l'erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione, misura e vendita (TIT) approvato dall’AEEG con del. n. 348/07 del dicembre 2007, mentre i livelli tariffari specifici delle tariffe di riferimento per il 2010 sono stati definiti con del. arg/elt n. 203/09 del dicembre 2009.

Nel corso del 2010, inoltre, l’AEEG ha provveduto ad approvare, con riferimento all’esercizio 2008, gli importi di alcune significative componenti di perequazione di ricavi e costi previste dal TIT. In particolare, ci si riferisce all’approvazione degli ammontari della perequazione dei ricavi del servizio di misura in bassa tensione (del. arg/elt n. 40/10) e della perequazione dei costi commerciali dei soggetti distributori per la clientela in bassa tensione (del. arg/elt n. 227/10). Tali approvazioni, ancorché riferite a competenze pregresse, costituiscono, per le voci di perequazione associate, le prime definizioni formali da parte di AEEG per l’attuale periodo regolatorio. Infine è da richiamare l’approvazione, da parte della Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico, dell’ammontare di perequazione del valore della differenza tra perdite di rete effettive e standard, prevista per le imprese distributrici dal Testo Integrato di Vendita (TIV), di cui alla del. 156/07.

Nella cornice complessiva sopra delineata, i ricavi da tariffa di trasmissione, distribuzione, misura di energia elettrica sono risultati, per l’esercizio 2010, pari a 52,0 milioni di Euro, a fronte di un livello di volumi distribuiti di 2.238 milioni di kWh e di un ricavo medio unitario pari a  2,32 €cent/kWh.

Rispetto al 2009, viene quindi registrata, a fronte di un importante ripresa dei volumi distribuiti (in aumento del 5,7%, da 2.117 a 2.238 milioni di kWh), un altrettanto significativo aumento dei ricavi del 7,6%, passando questi da 48,3 a 52,0 milioni di Euro.

Distribuzione misura e trasmissione ee - ricavi regolati20092010var %
Hera consolidato   
- Ricavo (Mln euro)48,30 52,007,60%
- Volumi (Mln mc)2.117,002.238,005,70%
- Ricavo medio unitario (€cent/mc)2,282,321,80%

Per meglio motivare l’incremento di ricavi di 3,7 Milioni di € risulta necessario analizzare in primis l’evoluzione dei ricavi ammessi generati dalle tariffe di riferimento nel confronto tra le strette competenze 2009 e 2010, che fa evidenziare un aumento di circa 4,5 Milioni di €, per il duplice effetto della crescita dei volumi distribuiti già richiamata e della revisione al rialzo delle tariffe di riferimento approvate da AEEG con del. arg/elt n. 203/09 (incremento medio di circa +4%). La crescita dei ricavi ammessi viene tuttavia mitigata, per -0,9 M€ da vari effetti legati essenzialmente alla variazione nelle componenti previste di perequazione tariffaria tra 2009 e 2010 nonché alla revisione di competenze pregresse, con riferimento sia ai ricavi fatturati alle società venditrici sia agli ammontari di perequazione.